Home > Io sono un casino

Io sono un casino

Io sono un casino

Perché se proprio devo essere sincero, non me ne frega un cavolo del mondo. La verità è che sto attraversando un periodo difficile. Cavolo, sono infelice. E lo sono da quando Elena mi ha lasciato. Prima di conoscerla, non sapevo cosa volesse dire essere felici. Sentirsi realizzati. Dottor Beckham: Questa tua idea che ci sia un modo di essere protetti è puerile e anche un pó codarda, ti nega la possibilità di fare nuove esperienze, comprese quelle più belle Ellen: Crede che io non mi senta già in colpa?

Lo so che sono un casino, lei dovrebbe insegnarmi come non esserlo. Tu sai come fare, smettila di aspettare che la vita sia facile, di aspettare sempre che qualcuno ti salvi! Non hai bisogno che un'altra persona ti menta, le cose non vanno sempre bene ma tu puoi essere forte, cominciare ad affrontare di petto le tue sfide e potrai avere una vita incredibile. Era bello stare insieme e bastava Charles Bukowski. Come sto? Non lo so più neanche io.

Quindi si, se mi chiedi se fisicamente sto bene ti rispondo di si. Ma psicologicamente, beh è un casino. Vivo continuamente con la tua mancanza attaccata addosso. Ci sono dei momenti in cui riesco ad autoconvincermi che ce la posso fare a fingere che non sia successo nulla, che quei giorni non fossero mai esistiti e che tutte le parole che mi hai sussurrato quella notte erano solo stronzate.

Magari ci riesco anche, sai? A volte anche per una manciata di minuti, ma poi, lentamente, queste convinzioni iniziano a sgretolarsi e tutto crolla. Ritorno spesso con la mente a quei giorni passati insieme a ridere e a scherzare. All'allegria che che mi trasmettevi e alla tranquillità e sicurezza che mi pervadevano. Non esisteva altro in quei giorni, ne ansia, ne paure, ne rabbia, solo la costante voglia di vederti. Ogni notte, quando sono a letto, penso a quella sera, ai baci, alle carezze, agli abbracci. Sento risuonare ancora nella mente le tue parole, quasi come se me le stesse sussurando ancora la tua voce.

Già, quasi, perché tu ora non ci sei. Sai, ogni fottuta notte mi addormento riguardando le nostre foto sul cellulare, con il viso rigato di lacrime. Giorno dopo giorno la tua mancanza si fa sempre più forte, sempre più insopportabile. Tu non sei come tanti, anzi, sei come pochi. Sei solare, gentile, dolce, amorevole, mentre io, beh, sono il solito un casino. Quello che è accaduto quella sera, quello che ho provato quella sera, è stato speciale, unico. Ero felice e ne ero consapevole. Stavo bene, anche se per colpa del mio modo di comportarmi ti ho dato l'impressione opposta. Sto bene con te e non voglio perderti. So che non sarà facile, che tanti chilometri ci dividono, ma io non ci voglio rinunciare.

Per te ne vale la pena. Io sono un casino e voglio trovare una persona che sia ancora peggio di me, una persona per la quale valga la pena cambiare. Io sono un casino e voglio trovare una persona che sia ancora peggio di me, una di quelle persone da cui vorresti scappare il più lontano possibile ma nonostante tutto non lo fai.. Più sarà difficile più sarà bello gridare al mondo: E-mail o telefono Password Non ricordi più come accedere all'account?

Vedi altri contenuti di Io, te e il mare - Marzia Sicignano su Facebook. Non ricordi più come accedere all'account? Non ora. Pagine correlate. Luigi Mastroianni DJ. La strada verso casa Libro. Capitano Angelo Magnano Scrittore. Gio Evan Artista.

sono un casino on Tumblr

Compre o eBook Io sono un casino: VIII Episodio - Professione Cam Girl (Italian Edition), de Matt J. McKinnon, na loja eBooks Kindle. Encontre ofertas, os livros. nonmiavretecomevoi: “Guarda che io sono un casino a volte ho così tanta confusione in testa che nemmeno io mi capisco, mi guardo intorno e. Io sono un casino e voglio trovare una persona che sia ancora peggio di me. Una di quelle persone da cui vorresti scappare il più lontano. Guarda che io sono un casino a volte ho così tanta confusione in testa che nemmeno io mi capisco, mi guardo intorno e mi sento vuota dentro odio questo mio. Sono stanca di dire 'Sto bene, sono solo un po' stanca'. . “Io sono un casino e voglio trovare una persona che sia ancora peggio di me, una di quelle persone. Andrea è una ragazza di sedici anni. Non è come ogni adolescente dovrebbe essere. Ha alle spalle sette anni difficili passati a lottare contro una malattia che la. Amo quando mi guardi troppo intensamente e sognante che io ti chiedo 'che c'è?' e tu mi dici che sono un casino. Amo immensamente quello sguardo pieno.

Toplists